2 maggio 2015 IX Selezione Internazionale Cavallo Frisone

Giardini Naxos
Posted in Eventi

In occasione della “IX Selezione Internazionale e Test IBOP del Cavallo Frisone con Giuria Olandese KFPS”, che si terrà a Giardini Naxos, durante il mese di Maggio 2015, la CitySafe in collaborazione con K2Eventi e l’Associazione Friesian Horse Italia,  intende promuovere un nuovo format, finalizzato ad esaltare le qualità del cavallo Frisone.

Il talent show si intitolerà “Friesian Horse Talent Show” e vedrà protagonisti cavalieri che, appassionati di questa nobile razza equina, si sfideranno sotto il profilo artistico, più che sportivo, a cospetto di una giuria composta da personalità note al pubblico e/o dal pubblico stesso. Appassionati provenienti da tutta Italia e anche dall’Estero possono esibirsi sul palcoscenico Siciliano. L’intento degli organizzatori è quello di garantire una celebrazione delle doti del Cavallo Frisone, che si collochi però in una dimensione più popolare e apprezzabile anche dal punto di vista di un pubblico estraneo e non direttamente coinvolto nei circuiti equestri, mediante l’attribuzione di un carattere mediatico ad un evento fondamentalmente sportivo, ossia tramite il connubio dell’equitazione con un format attualmente molto in voga, quello del talent show.

L’obiettivo è anche quello di dare la possibilità a giovani talenti di diventare delle star di domani, senza dover per forza disporre di importanti mezzi economici, affinché questa loro passione possa in qualche modo evolversi in una realtà lavorativa. Il talent show e la “IX Selezione Internazionale e Test IBOP del Cavallo Frisone con Giuria Olandese KFPS”, potranno essere seguiti integralmente in streaming online.

 

 

k-2-eventi-cavallo-frisone

DOVE

Il “FRIESIAN HORSE TALENT SHOW”, la “IX Selezione Morfologica Internazionale e test IBOP del cavallo Frisone” e i due convegni di veterinari si svolgeranno a Giardini Naxos, splendida località siciliana, storicamente nota come prima colonia greca in Italia, sita nei pressi della foce del fiume Alcantara e dunque in una location piena di fascino.

Giardini Naxos è una località facilmente raggiungibile, sia in auto, che in treno ed in aereo.

Inoltre, è possibile servirsi del trasporto via mare, utilizzando i porti di Napoli o Salerno, altrettanto ben collegati con le coste siciliane.

IL PROGRAMMA

L’evento avrà luogo il 2 Maggio 2015.

La giornata della manifestazione sarà caratterizzata dai seguenti avvenimenti:

Misurazione dei cavalli e verifica del microchip;
Test IBOP;
Selezione morfologica;
Inizio dell’evento “FRIESIAN HORSE TALENT SHOW” con cavalli, cavalieri, giuria, conduttore, ospiti e pubblico.
Durante la stessa giornata della manifestazione, in una location adiacente, si terranno le due convention:

A metà mattinata “Congresso medico veterinario: Conosciamo il Frisone”.

A metà pomeriggio “Congresso medico veterinario: SOS Cavallo”.

Un pò di Storia
Resti risalenti a circa 3000 anni fa, ritrovati in territorio olandese, testimoniano la storicità della razza equina del Frisone, la cui antichità e rilevanza è altresì attestata da autori e scritti di epoca romana. Caratterizzandosi fin dalle origini per la sua robustezza e fierezza, nonché per una notevole resistenza e rapidità, il Frisone fu largamente impiegato come cavallo da traino e da lavoro nei campi ed, in epoca medievale, per la forza e la capacità di sostenere con disinvoltura le pesanti armature, fu il cavallo prediletto dai cavalieri in armi.

Successivamente, a seguito di incroci con razze iberiche, questo cavallo che Tacito aveva definito sgraziato, acquisì leggerezza e fluidità nei movimenti, al punto da divenire l’esemplare equino tuttora favorito per le parate ed il traino di carrozze reali e mondane. Le peculiarità del Frisone rappresentano però una gamma tuttora inesplorata di talenti e potenzialità. A differenza di altre razze equine, la cui predominanza comportamentale, atletica e, per certi versi, estetica, si palesa nell’ambito di discipline specifiche e marcatamente settoriali, il Frisone vanta caratteristiche che lo rendono universalmente versatile.

Numerosi esemplari nel corso degli ultimi decenni hanno marcato il suo primato, al punto che oggi il Frisone è largamente utilizzato, sia in Europa che negli Stati Uniti, oltre che per gli attacchi, dove eccelle grazie alle sue andature naturalmente molto rilevate, anche per le passeggiate grazie alla sua indole particolarmente tranquilla, e nella disciplina del dressage, dove ottiene consensi per la sua grazia e per i suoi splendidi movimenti. Anche l’industria cinematografica, negli ultimi decenni, ne ha colto il potenziale: grazie al suo aspetto elegante, al suo manto nero e al suo dolce temperamento, il Frisone è divenuto protagonista e celebrità in pellicole di grande successo tra cui si menzionano Ladyhawke, Eragon, La Maschera di Zorro e Alexander.

 

 

 

k2-eventi-Ladyhawke-frisone                                                                 k2-eventi--alexander-frisone

La Star del Palcoscenico
Anche negli spettacoli equestri, ormai, il Frisone si impone come star. La sua personalità è tale, infatti, da compendiare la maestria del cavaliere, al punto da rendere il connubio tra uomo e cavallo una sintesi perfetta e armoniosa, dove l’aspetto umano non travalica, né mai addomestica, semmai delicatamente esalta, le caratteristiche dell’esemplare, nella rappresentazione di un incontro che si distingue per la sua sensibile profondità. Fino a qualche anno fa, soltanto chi aveva la fortuna di lavorare a contatto con il cavallo Frisone e di viverne dunque la quotidianità, aveva modo di apprezzarne la grazia, la dolcezza e l’eleganza nel comportamento, considerato che, ai profani, arrivava l’idea di un cavallo la cui maestosità ed il cui aspetto dalle proporzioni colossali, fossero destinati alla pura contemplazione di una bellezza estrema ma immobile o, al limite, confinata nelle estemporanee manifestazioni agonistiche o di parata.

Di recente, nell’ambito di celebrazioni, raduni ed eventi di varia natura, in maniera sempre più frequente, è possibile assistere a spettacoli dalle finalità puramente ludiche, aventi come protagonista indiscusso il Cavallo Frisone, il quale, svincolato ormai dal dogma di esemplare destinato a manifestare la sua forza o la sua resistenza esclusivamente nelle competizioni di settore o, addirittura, nelle attività di traino e da soma, si sta rivelando un cavallo dalle doti estremamente duttili anche dal punto di vista meramente artistico e ricreativo. Conferire una maggiore visibilità e portare sotto i riflettori questo tipo di spettacolo, che purtroppo ancora si connota come breve siparietto, ritagliato all’interno di manifestazioni per lo più di strada, non solo darebbe ad un pubblico sempre più vasto l’opportunità di apprezzare una nuova forma di arte e di intrattenimento al cui centro si pone un’inedita interpretazione del connubio Cavaliere/Frisone, ma più in generale apporterebbe un elemento di spettacolarizzazione alle manifestazioni di settore nelle quali si colloca, calamitando così la partecipazione non solo degli estimatori del genere, ma anche di spettatori semplicemente incuriositi e desiderosi di assistere a qualcosa di nuovo e bello.

L’idea di un Talent Show che abbia come protagonista il Cavallo Frisone nasce appunto dalla voglia di coinvolgere il pubblico nella visione di uno spettacolo di intrattenimento e, dunque, di consentirgli di conoscere e apprezzare le caratteristiche, finora ignote ai più, che rendono il Cavallo Frisone un esemplare di estremo pregio. Positiva conseguenza di questo tipo di iniziativa è un immediato riscontro pubblicitario, non solo per i cavalli, gli artisti e l’entourage più direttamente coinvolto, ma anche per le associazioni di settore interessate, nonché, anzi soprattutto, per i maneggi, i club, gli agriturismi, le scuole di equitazione, i circoli equestri e gli allevamenti di provenienza degli esemplari.

 

eventi-k2-cavallo-frisone

Le Caratteristiche del Cavallo Frisone (Associazione Freisian Italia)

 

Altezze minime al garrese Femmine / fattrici di 3 anni ed oltre :

  • 1,54 per lo stamboekmerrie (stb sui documenti)

Di solito verso i 3 anni le femmine vengono portate alla prima selezione e, se soddisfano determinati requisiti di morfologia e funzionalità,  vengono registrate nello Stamboek. Le Stamboekmare sono quindi le femmine iscritte allo Stamboek (registro cavalli adulti). E’ preferibile utilizzare sempre fattrici stb per la riproduzione (non veulenbokek - vb sui documenti)

  • 1,56 per steremmerrieFemmine/fattrici STER (stella) è un ulteriore premio assegnato alle femmine stamboek in base a morfologia, movimento etc. La “ster” è assegnata solo alle fattrici che ricevono il I o il II premio. Non è necessario che abbiano già avuto dei puledri (è un premio molto ambito soprattutto perché, spesso, tutti gli Stalloni approvati hanno sempre molte femmine STER nella linea della madre)
  • 1.58 crownmerrie
  • 1,60 per modelmare

  • MODEL è un altro premio riservato solo alle femmini stb ster I premio che hanno superato brillantemente alcune prove attitudinali (a sella o attacchi).
    Stamboekhengst

    Stalloni approvati alla monta e quindi passati dal registro veulenboek (puledri) al registro Stamboek. 
  • 1,58 per stalloni di 3 anni  almeno per l’assegnazione della STER ( vb Ster ) 
Altezze minime al garrese Castroni di 3 anni e più 

  • 1,56 per castroni iscritti al Ruinenboek (registro castroni adulti)
  • 1,58 per castroni Ster


Veulenboek Sterhengst

Gli stalloni che arrivano alle ultime tornate di selezione ma non vengono approvati diventano ster (vb ster sui documenti). Alcuni stalloni possono diventare ster anche alle selezioni con giuria olandese. Alcuni stalloni ster possono ricevere dall’FPS l’approvazione alla monta per un periodo limitato ed un numero ristretto di fattrici all’anno.. Ufficialmente non esiste una altezza massima, ma un cavallo di 1,70 viene considerato piuttosto alto. La cosa importante comunque, per qualsiasi altezza, resta l’equilibrio e l’armonia tra le parti.

Selezione Esistono documenti diversi rilasciati ai cavalli di razza Frisone:documenti verdi/gialli: padre e madre iscritti allo stamboek (cavalli autorizzati alla riproduzione);

documenti marroni: uno dei due genitori non iscritto allo stamboek (cavalli non autorizzati alla riproduzione);

documenti blu: padre e madre entrambi non iscritti allo stamboek (cavalli non autorizzati alla riproduzione)

Ne risulta che i cavalli Frisoni appartengono ad uno di questi registri:

stamboek: stalloni riproduttori, giumente riproduttrici, castroni (tutti al di sopra dei tre anni);

veulemboek: puledri (al di sotto dei tre anni) iscritti automaticamente se con genitori appartenenti allostamboek;

bijboek I e II: puledri o adulti che hanno almeno un genitore non appartenente allo stamboek. (ma pursempre frisoni al 100%)

Colore L’unico colore ammesso dal registro di razza per mantello e crini è il nero corvino (morello). Macchie bianche (kolletje) sulla testa sono consentite a condizione che non siano più grandi in diametro di 3,2 cm e localizzate al di sopra della linea degli occhi. Qualsiasi macchia bianca altrove sul corpo del cavallo non è permessa.
Particolare della testa Testa nobile, occhi grandi e laterali, narici ampie, bocca abbastanza lunga, naso dritto o leggermente convesso (assolutamente non montonino). Orecchie piccole e appuntite leggermente rivolte l’una verso l’altra.
Il Collo Il collo è lungo, molto eretto (verticale) con un contorno leggermente arcuato.
I Crini Sono preferite code e criniere lunghe e folte e la parte inferiore delle gambe mostra la tipica fitta peluria.
Il Corpo Un cavallo armonioso, funzionale a quello che deve fare, proporzionalmente corretto; arti anteriori lunghi e un corpo che non è troppo massiccio. La forma generale è rettangolare in cui le proporzioni per la parte anteriore, quella di mezzo e la posteriore sono di 1:1:1.
Nuca
La nuca (proprio appena dietro alle orecchie) deve avere la larghezza del palmo di una mano e deve essere rotonda, armoniosa.
La Gola La gola (ovvero la zona di congiunzione tra parte inferiore del collo e mascella) deve essere “aperta”, ovvero deve esserci lo spazio della grandezza di un pugno.
La Spalla La spalla è lunga e inclinata (con un angolo di 45 a 50 gradi).L’angolo alla articolazione della spalla è di almeno 90 gradi.
Le Costole Le costole sono lunghe e inclinate.
Il Garrese Il punto più alto del garrese scende gradualmente verso il posteriore, non c’è uno stacco netto tra garrese e schiena.
Il Posteriore La parte posteriore è forte e molto muscolosa . La lunghezza è in proporzione alla lunghezza del treno anteriore.
I Reni I lombi sono forti, né infossati né sollevati, la zona è larga e muscolosa.
La Groppa La groppa è lunga, leggermente inclinata e muscolosa.
I Glutei I glutei sono lunghi e ben sviluppati.
Gambe Gli arti anteriori come si è visto dal davanti sono perpendicolari al suolo con una larghezza tra loro di “uno spazio di zoccolo”. Visto di lato, la gamba anteriore è perpendicolare al terreno fino al nodello. L’avambraccio e lo stinco sono lunghi.
Gli arti posteriori visti da dietro sono paralleli tra loro. visto di lato l’angolo del garretto è tra i 145 ei 150 gradi. I pastorali sono lunghi e pelosi. L’angolo della parte anteriore del pastorale con il suolo deve essere di 45 a 50 gradi. L’angolo del retro del pastorale con il suolo deve essere di 50 a 55 gradi.
Gli zoccoli devono essere grandi, opportunamente sagomati, integri e delle giuste proporzioni per il cavallo. Gli zoccoli sono più larghe nella parte anteriore che sul retro.
Passo Il passo è lungo e regolare e si distinguono chiaramente i 4 tempi. Come già detto visti da dietro gli arti anteriori e posteriori sono “in linea”. La flessione del posteriore data dal garretto è forte e pone l’arto stesso e abbastanza al di sotto del corpo del cavallo. La spalla è flessibile e spinge avanti l’anteriore con energia.
Trotto Il trotto deve essere regolare, chiaramente in due tempi e con un lungo tempo di sospensione . La gamba posteriore è posta con forza sotto il corpo del cavallo e mostra una notevole flessione al garretto. L’arto anteriore mostra una accentuata flessione al ginocchio. il cavallo mostra anche un alto livello di equilibrio e un’elevazione degli anteriori accompagnata da un innalzamento del collo. Come per il passo, visti dalla parte posteriore o anteriore, gli arti devono essere paralleli tra loro.
Galoppo Il galoppo è un’andatura tipicamente in 3 tempi. Il galoppo è lungo, con gli arti anteriori ben estesi e i posteriori a fornire impulso e un lungo momento di
sospensione. Il cavallo deve mostrare flessibilità ed equilibrio.